Pietro Burzi .... Pensieri.

"Scolpire la pietra, un materiale duro, forte, denso, tale è la sua natura, ricavarne figure sia a rilievo che a tutto tondo, dominare la materia grezza attraverso una tecnica perfezionata e trasformarla in una forma armonica.
L'artista che sa esprimere questo lavoro possiede un potere immenso: quello di ascoltare ciò che la Scultura gli dice e attraverso la stessa distaccarsi dalle cose del mondo.
Creare da un grande senso di libertà, la fantasia vive attraverso l'ispirazione e la profondità dell'anima, in tal modo ogni opera è realizzata come fosse la prima volta.
La Scultura si contraddistingue in quanto Arte per il materiale e la tecnica, è l'arte di scolpire o scavare un materiale di una certa durezza, ciò è talmente implicito nella parola stessa che non è necessario approfondire tale definizione".

 

"La Scultura è un'attività proprio della natura umana, l'uomo scolpisce da sempre.
Fortunato colui che è toccato dallo spirito della Scultura, poiché con mazza e scalpello fa sì che una figura prenda forma, materializzando le sue idee, i suoi  pensieri, le sue emozioni.
La Natura gratifica e realizza coloro i quali ha dato la capacità attraverso il linguaggio della Scultura di trasformare i loro sogni in realtà, di materializzare l'astratto".

 

"La Scultura è un'emozione che nasce nella mente e vive nello spirito del suo del suo creatore, l'unico, in prima persona, che con le sue mani e la sua volontà, attraverso un lavoro faticoso e paziente, in grado di infondere a quel marmo, quella pietra, la vita, in tal modo chi osserva l'opera dimentica la materia e prova l'emozione sentita da chi l'ha realizzata".

Copyright 2015 Pietro Burzi - RAPALLO - All rights reserved -C.F. BRZPTR51A28B025J - Powered by S.E.F.