Pietro Burzi .... Cosa Faccio.

Dal Dizionario degli Artisti Liguri

Pietro Burzi: "la sua scultura, prevalente figurativa e conseguente l'originaria formazione, ha le connotazioni classicistiche e naturalistiche dei marmi del primo Novecento, avendo avvertito sopratutto, il divenire della trattazione plastica tradizionale".

Germano Berlingheli


 

Critica di Giuseppe De Santis
Considerando ogni gesto interiore dello scultore corrispondono determinate e appropriate forme acquisite con particolare atmosfera di luci e di ombre, che sicuramente lo accompagnano ad armonizzare l'attività artistica.
Non è che sia impossibile, come affermano taluni, trovare l'equilibrio di espressione nella scelta della materia che dovrà adoperare. E' in questo lavoro di costruzione il segreto dell'arte! Nel difficile compito di scegliere gli elementi necessari e fonderli insieme per una chiara e definitiva opera di bellezza, il Burzi è maestro. Quindi una scultura ad esempio è sentita come processo interiore, la materia adoperata emerge con gesto creativo che si concreta efficacemente nella costruzione lirica dell'opera.
Nei suoi ritimi vi è sempre la ricerca dell'armonia costruttiva dell'opera stessa, pensata, modellata e con commozione contemplata.












Ecco la mia opera sul catalogo della mostra Festival dell’Arte, con il contributo di Sgarbi,
del Ministro Galletti, di Alviero Martini e di Al Bano! Un grazie a Salvo Nugnes,
presidente di www.spoletoarte.it



Copyright 2015 Pietro Burzi - RAPALLO - All rights reserved -C.F. BRZPTR51A28B025J - Powered by S.E.F.